L'ATTREZZATURA PARTE 2

Per proteggere I'integrità fisica dei pugili impegnati in un incontro ufficiale o in un allenamento, gli attuali regolamenti internazionali prevedono accessori appositamente studiati per salvaguardare al massimo le areate dentarie e il basso ventre dell'atleta.

La salvaguardia dei pugili, e sopratutto dei pugili dilettanti, è un'aspetto di primaria importanza.

 

Abbigliamento


Spesso sulle vestaglie indossate dai pugili
sono presenti il loro nome, quello
di uno sponsor o uno slogan.

Quando salgono sul ring, i pugili indossano una vestaglia sulla cui schiena è spesso stampato il loro nome, quello di uno sponsor o uno slogan. Alcuni preferiscono un semplice accappatoio, accessorio essenziale in allenamento, in quanto la maggior parte dei boxeur combatte in una classe inferiore a quella che corrisponde al loro peso normale. Hanno quindi bisogno di sudare molto per perdere chilogrammi, un obiettivo che perseguono anche con la corsa. Per tale attività indossano scarpe adatte, calzoncini e maglietta o felpe e tute, per non fare raffreddare i muscoli durante Ie pause. A tale riguardo, all'interno della palestra sono impiegati anche dei body aderenti.

 

Le protezioni

_________________
Il paradenti è fra gli accessori protettivi diventati obbligatori. Le odierne regole prescrivono anche l'uso di un sospensorio con "conchiglia".

Attualmente, sono molti i pugili che adottano calzoncini con colori vivaci, scritte e loghi di loro gradimento. Spesso gli atleti scelgono modelli lunghi sino a sotto il ginocchio (come nel caso di Ricky Hatton, che ha vinto nel giugno del 2005 il titolo mondiale IBF dei welter leggeri grazie a un'entusiasmante successo su Kostya Tszyu), magari con impresso il loro nome o soprannome e decorati con tasselli, spacchi, ricami e molto altro ancora. Comunque, di solito questi calzoncini tanto particolari sono indossati solo in incontri ufficiali, mentre negli allenamenti in palestra i pugili si servono di modelli più anonimi e convenzionali.

 

La palestra


Vitali Klitschlm impegnato in un allenamento al sacco grande.

La palestra e la sua attrezzatura, che l'atleta condivide con altri colleghi, sono parte integrante della vita di un pugile. L'elemento più ingombrante è il ring, su cui i boxeur si allenano combattendo tra loro. Ci sono poi i sacchi, che possono essere grandi e pesanti (per i colpi potenti) o piccoli e leggeri (a forma di pera, per le combinazioni veloci). Inoltre, 1'allenatore si serve di tavolette imbottite che sostiene muovendosi, invitando chi lo fronteggia a colpirle can grande precisione al centro, mentre arretra o avanza. Inoltre, molti pugili impiegano pesi e manubri di diverso tipo, sia per sviluppare i bicipiti sia per rafforzare le gambe e il torace. Tuttavia, l'attrezzo a cui nessun atleta può rinunciare è anche il più semplice di tutti, ovvero la corda per saltare. Allenandosi alla corda, il pugile sviluppa infatti forza nelle braccia e agilità nelle gambe.

 

 

 

Copyright dal 2007 BOXEmore - Tutti i diritti riservati. Condizioni d'Utilizzo
Contatore visite gratuito